Gioco e teoria del duende

13.00

Tra le numerose conferenze che Federico García Lorca pronunciò negli anni Venti e Trenta, la più nota è senza dubbio quella che il poeta lesse a Buenos Aires il 20 ottobre 1933 presso la Sociedad Amigos del Arte: il testo, noto come Juego y teoría del duende, illustra lo spirito occulto della ‘dolente Spagna’ attraverso l’esplorazione delle sue forme d’arte pervase dalla forza misteriosa e tellurica di un duende ineffabile e pur tuttavia sempre riconoscibile presso il pubblico disposto a coglierlo.

Lorca ci spiega che cosa è il duende per la cultura spagnola: un folletto, un demone, una forza nascosta che spinge alla creazione, all’azione, al movimento, alla danza, in particolare è il duende che anima il movimento del flamenco.

Questo volume propone il testo della conferenza lorchiana in traduzione italiana annotata e corredata di uno studio introduttivo che attraverso ricognizioni biografico-artistiche del poeta granadino ripercorre le fasi di elaborazione del suo manifesto estetico.

Anno di Pubblicazione

ISBN

Dimensioni

150 mm x 230 mm

Pagine

Lingua

Autore

García Lorca Federico

Curatore

Mininni Maria Isabella

Genere

,

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gioco e teoria del duende”