Commentario sul libro Dei delitti e delle pene

Autore: Voltaire

8.00

Dopo aver letto il libro Dei delitti e delle pene, Voltaire (1694-1778) rimase sinceramente colpito dalle idee di Cesare Beccaria, che gli apparvero come la conferma e l’approfondimento delle sue stesse convinzioni. Infatti il contenuto di questo libro dava nuovi argomenti alla sua lotta contro l’autoritarismo. Così decise di scrivere questo Commentario, passando in rassegna gli avvenimenti e le situazioni che si prestano a una riflessione sulla necessità di abolire i supplizi e la discrezionalità dei magistrari e che, più in generale, contribuiscono a sostenere la tolleranza politica e religiosa. Un’opera che aveva avuto grande successo in passato, a partire dalla prima traduzione che era avvenuta già nel Settecento, ma che non era più stat presentata da molti anni.

ISBN

Anno di Pubblicazione

Note
Dimensioni

110 mm x 170 mm

Pagine

Lingua

Autore

Voltaire

Curatore
Traduttore

Besi Ellena Barbara

Genere

, ,

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Commentario sul libro Dei delitti e delle pene”