Che cosa è l’uomo?

Autore: Twain Mark

13.50

Mark Twain (Samuel Langhorne Clemens, 1835-1910) scrive Che cosa è l’uomo? nel 1906, in un periodo caratterizzato da un cupo pessimismo e segnato da lutti famigliari e da sfortunate operazioni economiche. Egli immagina un vecchio e un giovane che discutono dei meriti e delle possibilità dell’uomo.

Dietro al vecchio si nasconde Twain stesso che espone le sue amare riflessioni, il giovane invece rappresenta l’ottimismo e l’entusiasmo che sono quelli della società americana in espansione, convinta del progresso della civiltà e della superiorità dell’uomo rispetto a tutto il creato.

L’uomo, per Twain, è invece una macchina, incapace di agire liberamente, vincolata e costretta dalle situazioni e dalle influenze esterne. Il libro è una divertente e appassionante lettura, in cui gusto del paradosso e lucida consapevolezza rappresentano un significativo antidoto alle presunzioni ottimistiche e ingenue di tanta cultura contemporanea.

Anno di Pubblicazione

ISBN

Dimensioni

130 mm x 210 mm

Pagine

Lingua

Autore

Twain Mark

Traduttore

Besi Ellena Barbara

Genere

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Che cosa è l’uomo?”