Visione d’America
Frammenti di una cronaca di viaggi

16.00

Il libro prende spunto dal viaggio che Alejo Carpentier fece nel 1947 nella Grande Savana, ma la narrazione si amplia in riflessioni e considerazioni sullo spirito, la cultura, l’archeologia e la musica dell’intero continente latino-americano.

Da questo viaggio, Carpentier trasse ispirazione per definire la propria concezione estetica e abbracciò l’ideale del meraviglioso come stile letterario. Si tratta dunque di una singolare cronaca di viaggio, in cui Carpentier scopre progressivamente l’essenza stessa del suo essere americano, contemplando l’altopiano andino, le selve amazzoniche, le rovine precolombiane o le isole caraibiche.

Gli occhi di Carpentier vedono un mondo che ci viene descritto con entusiasmo, in pagine di ispirata poesia: sorgono città nuove, luoghi misteriosi, scoperte affascinanti, ricordi lontani di tesori: appare così La Habana di Humboldt, il Messico del tempo di Porfirio Díaz, o la Caracas che aveva descritto José Martí. “Siamo già sopra le nubi che stazionano laggiù nel fondo…”

ISBN

Dimensioni

130 mm x 210 mm

Anno di Pubblicazione

Pagine

Autore

Carpentier Alejo

Genere

Lingua

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Visione d’America
Frammenti di una cronaca di viaggi”