In offerta!

Torino una città che non ti aspetti
Quindici itinerari per conoscerla davvero

AA.VV.

22.00 11.00

Quindici percorsi raccontati da un gruppo di autori torinesi che conoscono la città come le loro tasche: il cinema e la musica, i cortili segreti e il Liberty, il quadrilatero romano e i quartieri operai, i musei insoliti e le strade dei viaggiatori, la città della cultura e della cucina multietniche, i luoghi del Toro e della Juve, i caffè storici e le piole, il verde nascosto e il meglio dell’ospitalità.
Con un percorso dedicato al Risorgimento, che celebrerà i suoi 150 anni nel 2011. Ogni itinerario è accompagnato da un ricco taccuino di indirizzi per mangiare, dormire, bere, comprare con il miglior rapporto qualità/prezzo. Torino è forse una delle città meno conosciute, una città che è stata ed è ancora oggi vittima di stereotipi radicati. Ebbene questa guida permette di scoprire una città che è ben diversa da quello che molti pensano di lei e questo vale anche per chi la abita e pensa di conoscerla a fondo.
Torino, una città che non ti aspetti, proprio così: quindici percorsi per attraversarla tutta, da cima a fondo, per scoprire e trovare tutto. Dai luoghi tradizionali (palazzi, bar, giardini, ecc.) a quelli recenti (la Torino operaia e la Torino degli stranieri), fino al passato che si protende sul futuro: la città del Risorgimento e la prima capitale d’Italia, la città dello sport “più bello del mondo”, e quella della musica, del cinema, delle arti.
Una guida completa e ricca di informazioni per turisti e per cittadini, una scoperta nuova e per tutti.
Alcuni nomi noti e meno noti, ma tutti conoscitori e appasionati della città: Davide Cobodi, Roberta Pellegrini, Vittorio Castellani (Chef Kumalé), Paolo Ferrari, Alessandro Gaido, Maura Novelli, Cristina Nebbia e Roberta Vozza.

Collana

Autore

AA.VV.

Genere

Lingua

Pagine

Anno di Pubblicazione

ISBN

Note

Dimensioni

120 mm x 210 mm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Torino una città che non ti aspetti
Quindici itinerari per conoscerla davvero”