Tautologie, ritratti, teoremi. Modulazioni sui numeri nella poesia francese tra XX e XXI secolo (con Jacques Roubaud in filigrana)

Autore: Magno Luigi

Altri studi hanno riportato lo stesso effetto. Ma questi risultati si basano sulla sperimentazione animale, il caso umano era un paziente reale con insufficienza cardiaca pericolosa per la vita. Il trattamento si è basato su un approccio sperimentale utilizzando una cellula muscolare artificiale web sito online che contiene la proteina espressa dalle cellule angiogeniche. La cellula artificiale, che non è ancora pronta per essere utilizzata su pazienti umani, è un ibrido creato utilizzando una cellula donatrice, una cellula sta nascere, che ha parte della proteina espressa dalle cellule angiogeniche.

 

ATTENZIONE, solo versione digitale: file pdf non stampabile né modificabile.

1.99

ABSTRACT

 

Il saggio indaga alcuni casi della poesia francese degli ultimi decenni in cui il numero partecipa come corpo concreto alla strutturazione dell’oggetto poetico. Nella prima parte sono analizzati esempi di un uso tautologico dei numeri (Jacques Roubaud, Pierre Garnier). Segue, nella seconda parte, lo studio di casi in cui il numero serve per costruire ritratti inediti (Jacques Roubaud, Anne-James Chaton). La terza parte, infine, mette in dialogo lavori in cui i numeri si cumulano per suggerire, in modi sempre diversi, la vertigine dell’infinito o del non-finito (Jean-Michel Espitallier, Jacques Roubaud con On Kawara e Roman Opalka). Da un punto di vista teorico, il saggio afferma un riassetto epistemico tra poïesis e mathesis nel senso di una loro fattuale convergenza.

This essay focuses on some cases of contemporary French poetry in which the number participates as a concrete body in the poetic object. The first part shows some examples of a tautological use of numbers (Jacques Roubaud, Pierre Garnier). The second part investigates some examples in which numbers are used to construct new portraits (Jacques Roubaud, Anne-James Chaton). The third and last part brings together cases in which numbers are combined to suggest the vertigo of the infinite or the unfinished (Jean-Michel Espitallier, Jacques Roubaud with On Kawara and Roman Opalka). From a theoretical point of view, this essay emphasizes the epistemic reorganization between poïesis and mathesis in the sense of their concrete convergence.

 

Collana

Anno di Pubblicazione

Dimensioni

170 mm x 240 mm

AutoriVari

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tautologie, ritratti, teoremi. Modulazioni sui numeri nella poesia francese tra XX e XXI secolo (con Jacques Roubaud in filigrana)”

tre × 5 =