Paideutika 23
Pensare l’educazione oltre le derive del presente

16.00

Editoriale

PENSARE L’EDUCAZIONE OLTRE LE DERIVE DEL PRESENTE
Elena Madrussan, L’educazione tra derive, naufragi, orizzonti / Educational disquiet among drifts, shipwrecks, horizons
Mino Conte, Della ragione governamentale nelle istituzioni di formazione e ricerca / On Governmental Reason in Educational and Research Institutions
Maurizio Fabbri, Dopo la morte di Dio, la morte dell’Inconscio? Annunci e fraintendimenti nella civiltà della Cura e dell’Empatia / After the death of God, the death of the Unconscious. Announcements and misunderstandings in the civilization of care and empathy
Giancarla Sola, Le forme della deformazione: tra Pedagogia generale e Pedagogia Clinica / The forms of deformation: between General Pedagogy and Clinical Pedagogy
Elsa Maria Bruni, Il tempo del pensiero… il senso dell’educazione / The time for thought… the meaning of education
Paolo Mottana, Dire il presente al singolare: alla ricerca di una ‘traccia sciamanica’ in educazione
Mario Gennari, Finis imperii romani: la formazione dell’uomo in un tramonto epocale

ARCHIVIO DELLA MEMORIA
Charles Wright Mills, The Ideological Demand and the Bureaucratic Context / L’istanza ideologica e il contesto burocratico. Testo a fronte

OGGI UN FILOSOFO
Rubrica di Fulvio Papi

SGUARDI SUL MONDO
Gábor Csordás, The Dice of Our Judgement. Rabelais and the women

RECENSIONI
Claude Lévi-Strauss, Siamo tutti cannibali (di Gianmarco Pinciroli)
Umberto Curi, La porta stretta. Come diventare maggiorenni
(di Elvira Bonfanti)
Danilo Kiš, Il liuto e le cicatrici (di Giuliano Gozzelino)
Emilio Renzi, Persona. Una antropologia filosofica nell’età della globalizzazione (di Fulvio Papi)
Massimo Baldacci, Prospettive della scuola d’infanzia.
Dalla Montessori al XXI secolo (di Silvano Calvetto)

LIBRI RICEVUTI
Abstracts

Anno di Pubblicazione

ISBN

Dimensioni

145 mm x 210 mm

Pagine

Lingua

Autore

AA.VV.

Genere

,

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Paideutika 23
Pensare l’educazione oltre le derive del presente”