Lingua pensiero canto

9.50

Il libro affronta il tema dell’essenza della lingua madre mirando a determinare tale essenza alla luce del suo carattere originariamente poetico-pensante. Il libro prende le mosse da una decostruzione del “comune concetto della parola”, mostrando la natura coercitiva degli assunti-di-fondo di ogni approccio tecnico-scientifico al dire. L’elemento interessante per il lettore odierno è che ci aiuta a capire come la dote della lingua sia sì un bene ma anche un’insidia: un bene, perché essa è il necessario orizzonte di ogni via verso la verità – un’insidia, perché, proprio in forza della potenza della parola, l’uomo trova la via dell’inganno e della violenza. Lo stile della trattazione è didattico e chiaro, e non presuppone particolari competenze filosofiche. II edizione aggiornata e ampliata.

Collana

Autore

Zaccaria Gino

Curatore
Traduttore
Genere

Lingua

Pagine

Anno di Pubblicazione

ISBN

Note
Dimensioni

110 mm x 170 mm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lingua pensiero canto”