Le tecniche della biologia, gli arnesi del diritto

15.00

Quanti e quali sono i problemi che il rapporto tra scienze biologiche e diritto fa sorgere oggi? Si potrebbe rispondere semplicemente dicendo che essi sono tanti quanti sono i conflitti propri di società come le nostre, che sono sempre più intrise di applicazioni biotecnologiche. Società nelle quali, accanto a inedite questioni che fanno vacillare i fondamenti culturali e giuridici della nostra convivenza, primo fra tutti il concetto di individuo, anche vecchi ambiti assumono una veste, per così dire, biotecnologia (si pensi alla discendenza e alla ereditarietà).

Il ciclo di cinque conferenze ‘Le tecniche della biologia e gli arnesi del diritto’ (Milano, 13 marzo-22 maggio 2003), le cui relazioni sono raccolte in questo volume, ha avuto l’obiettivo di fornire a un pubblico ampio un’informazione di base e rigorosa su temi quanto mai controversi e di frontiera, come sono quelli dei test genetici, delle cellule staminali, della clonazione, della genetica comportamentale e dei brevetti biotecnologici.

Uno sguardo ironico su tali questioni ha permesso di vedere le tecniche, di cui fa sfoggio la biologia contemporanea, contrapposte agli arnesi, di cui sono orgogliosi gli artigiani cultori del diritto. Un’apposita sezione del volume contiene i cinque casi discussi in occasione degli incontri.

Scritti di Anna Maria Caruso, Bruno Dallapiccola, Gilda Ferrando, Carlo Flamigni, Giuseppe Gennari, Leonardo Lenti, Alberto Oliverio, Sandro Raimondi, Stefano Rodotà, Francesco Sala, Amedeo Santosuosso, Adele Savastano, Mariachiara Tallacchini, Angelo Vescovi.

Anno di Pubblicazione

ISBN

Dimensioni

170 mm x 245 mm

Pagine

Lingua

Autore

AA.VV.

Curatore

Garagna Silvia, Redi Carlo Alberto, Santosuosso Amedeo, Zuccotti Maurizio

Genere

,

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le tecniche della biologia, gli arnesi del diritto”