Da leggere o da rappresentare? Le indicazioni sceniche nelle opere teatrali di Marguerite Yourcenar

Autore: Codena Serena

1.99

Il teatro di Marguerite Yourcenar è sempre stato poco studiato e non ha mai riscosso molto successo, perché ritenuto più adatto alla lettura che alla rappresentazione. Per sfatare questo pregiudizio diffuso, si è cercato di rintracciare le informazioni utili alla messa in scena sia nel paratesto di queste pièces, (prefazioni, didascalie, commenti in nota) sia nel testo propriamente detto, in cui sono presenti didascalie implicite.
Da questa ricerca è emerso che le indicazioni registiche, all’inizio quasi inesistenti, aumentano nel corso degli anni e si fanno sempre più precise, come se l’autrice diventasse più attenta e sensibile alle esigenze sceniche. Da una pièce all’altra, la Yourcenar non affronta solo nuove tematiche, ma sperimenta anche diversi espedienti scenici volti a rappresentare in modo originale l’unica azione che conta, ovvero l’interiorità dell’uomo. Questa evoluzione nella sua produzione drammaturgica dimostra che le sue pièces non sono da considerarsi come semplici esercizi letterari, ma è evidente lo sforzo dell’autrice per renderle rappresentabili.

Marguerite Yourcenar’s theatre has always been little studied and it has never been a huge success, because it is considered more suitable for reading than it is for stage. In order to correct this widespread preconception, we tried to find useful information for the scene both in the plays paratext (prefaces, stage directions, footnotes) and in the text itself, where we can find hidden stage directions.
In this research, we found that stage directions, at the beginning almost absent, increase and become more accurate over the years, as if the author was more careful and aware of stage requirements. From one play to another, Marguerite Yourcenar didn’t just explore new subjects, but she experimented new stage effects for representing the only action that counts, man’s inner reality. This evolution in Yourcenar’s dramatic production proves that her plays are not naive literary exercises, but it is evident the effort to stage them.

Collana

Anno di Pubblicazione

Dimensioni

170 mm x 240 mm

AutoriVari

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Da leggere o da rappresentare? Le indicazioni sceniche nelle opere teatrali di Marguerite Yourcenar”