De vita felici

Autore: de Lucena Juan
Curatore: Perotti Olga

18.50

Il “De vita felici” di Juan de Lucena, composto intorno alla metà del Quattrocento, è uno dei più riusciti tentativi di acclimatare alla letteratura castigliana le forme del dialogo umanistico. Nonostante il debito con il modello latino (è adattamento del “De vitae felicitate” del ligure Bartolomeo Facio), il “De vita felici” si configura come opera rappresentativa del primo livello raggiunto dall’umanesimo spagnolo. In questo volume il testo è accompagnato da un saggio introduttivo, in cui si delinea il profilo biografico e intellettuale dell’autore e si individuano gli aspetti strutturali, stilistici e linguistici che determinano la specificità del dialogo, anche mediante il confronto con la fonte diretta. Di volta in volta ne risultano così chiariti l’intento di plasmare la lingua volgare sul modello del latino e l’originalità della prosa castigliana di Lucena, spesso accattivante e incisiva grazie al ricorso alle forme della colloquialità. Il volume è curato dall’ispanista Olga Perotti e costituisce la prima edizione critica dell’opera.

ISBN

Anno di Pubblicazione

Note
Dimensioni

170 mm x 240 mm

Pagine

Lingua

Autore

de Lucena Juan

Curatore

Perotti Olga

Traduttore
Genere

,

Collana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “De vita felici”